La costruzione della Torre Eiffel - Prima parte: Il costruttore

Gustave Boenickhausen-Eiffel, nato a Digione il 15 dicembre 1832, era un tipico francese appartenente alla borghesia. Si laureò brillantemente in ingegneria chimica alla E'cole Centrale e, finiti gli studi, andò a lavorare presso la fabbrica di aceto di suo zio che, fortunatamente, fallì. Eiffel divenne così un ingegnere strutturista e, nel 1867 aprì la sua acciaieria. Oltre alla carriera di costruttore si occupò di prove sperimentali sulle travi reticolari, partecipando alla realizzazione, come tecnico collaboratore, della galleria circolare per l'Esposizione parigina del 1867. Eiffel non era particolarmente brillante nei comportamenti o dei discorsi, era una persona sicura, metodica, calma ed introversa, con la tranquillità tipica del matematico che si analizza il problema sicuro poi del risultato della soluzione.
Gustave_Eiffel
un ritratto di Gustave Eiffel


Prima di arrivare a progettare la torre Eiffel costruì per 30 anni stazioni ferroviarie, osservatori a cupola, grandi magazzini, chiese e soprattutto ponti. Erano tutte strutture in acciaio. Costruì in tutto il mondo, persino in Indocina Perù e Russia, ma sono uno delle sue creazioni si trova negli stati uniti: lo scheletro della Statua delle Libertà. Ogni struttura aveva una particolarità, una piccola intuizione che la caratterizzava: fu il primo ingegnere ad intuire l’influenza del vento nei ponti particolarmente alti e li rinforzò con travi reticolari così da minimizzarne gli effetti, la cupola dell’osservatorio di Nizza poggia in modo tale che la si può ruotare a mano. Quando presentò le offerte per la costruzione della torre, egli era preparato tecnicamente, finanziariamente e politicamente. Era consapevole che un opera di tale entità non poteva essere costruita senza l’appoggio degli uomini politici, Eiffel lì Indottrinò così bene che quando i documenti dell’offerta furono pronti solo una compagnia in Francia poteva effettivamente vincere l’appalto l’Eiffel  & Company.
Gustave_Eiffel_by_Edward_Linley_Sambourne_1889
Eiffel nelle sembianze della torre (da "Punch",1889)
Il progetto
Eiffel produsse 1333 metri quadrati di disegni contenenti 15.000 elementi strutturali e 2.5 milioni di buchi per rivetti. Per quanto ne sappiano assemblò la torre senza nessun errore ed ogni rivetto scivolò dolcemente in ogni suo foro. Eiffel promise, e riuscì nel suo intento, di ultimare la torre in 2 anni, 5 mesi e 5 giorni, in tempo per l’inaugurazione dell’Esposizione Universale con soli suoi 250 uomini senza che ci fosse un solo incidente. Stimò il costo dell’opera in 1,5 milioni di dollari e la costruì a un prezzo inferiore del 5% mantenendo comunque un buon profitto. Era così sicuro del suo successo che finanzio di persona la costruzione della Torre.

L’aerodinamica
All’età di 57 anni incominciò una carriera (durata 35anni) nella appena nata ingegneria aerodinamica. Eiffel possedeva un appartamento nella torre, e qui dedicò molto tempo ai suoi studi sul volo; riusci a dimostrare che, nel volo, la depressione sopra l'ala è più importante della pressione dell'aria che sta sotto. I suoi studi su questo campo di studi appena nato furono ammirati in tutto il mondo. Questa "seconda" carriera di Eiffel culminò con la costruzione della prima galleria del vento

Una curiosità
Eiffel disse più volte: ”dovrei essere geloso della torre. E’ molto più celebre di me”


Altri post che potrebbero interessarti



Nessun commento:

Posta un commento