Eurocodici approvati gli Annessi Tecnici Nazionali

 Riporto qui il comunicato del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici:
“L’Assemblea Generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha espresso parere favorevole all’adozione degli Annessi Tecnici Nazionali agli Eurocodici, altrimenti detti Appendici Nazionali (voti n° 98 del 24.09.2010 e n.4 del 25.02.2011).L’avvenuta approvazione da parte del Consiglio Superiore costituisce la necessaria tappa tecnica propedeutica alla loro adozione formale. Nelle more della formale adozione del provvedimento con il necessario Decreto Interministeriale (anche ai sensi degli articoli 52, 60 ed 83 del DPR 380/2001), si ritiene utile mettere a disposizione dei professionisti interessati, a solo scopo informativo ed orientativo, gli Annessi Tecnici allegati ai suddetti pareri del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. Come noto, attraverso i 59 Annessi (o Appendici) i contenuti degli Eurocodici hanno piena operatività nel settore della progettazione strutturale e geotecnica, in coerenza con il quadro delle Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al D.M. 14.01.2008.”

Nel capitolo 12 le NTC2008 affermano:
“Per quanto non diversamente specificato nella presente norma, si intendono coerenti con i principi
alla base della stessa, le indicazioni riportate nei seguenti documenti:
- Eurocodici strutturali pubblicati dal CEN, con le precisazioni riportate nelle Appendici Nazionali o, in mancanza di esse, nella forma internazionale EN;
(..)”

I possibili scenari sono questi:

  1. Possibilità del professionista di utilizzare solo gli Eurocodici+Annessi Nazionali in sostituzione delle NTC2008;
  2. Obbligo di utilizzare gli Eurocodici+Annessi Nazionali;
  3. Possibilità di utilizzare gli Eurocodici verificando che non siano meno restrittivi delle NTC08.
I scenari 1 e 2 sarebbe un gran bel passo in avanti ma non è ben chiaro se da adesso sarà possibile utilizzare liberamente gli eurocodici con gli annessi nazionali in sostituzione al DM2008 anzi, leggendo il capitolo 12 delle NTC e il comunicato del ministero sembra proprio che in ogni caso bisogna utilizzare la norma più restrittiva punto per punto  (scenario 3) cosa che in pratica rende quasi inutile l’approvazione degli Annessi Nazionali.

A questo punto penso sia fondamentale una chiarificazione del ministero per permettere ai professionisti di poter lavorare serenamente.

Per quel che mi riguarda utilizzo sempre più spesso gli eurocodici, a volte sono un po' duri da digerire ma sono chiari e soprattutto non sono necessarie continue interpretazioni.

Vale la pena ricordare comunque la diversità filosofica fondamentale tra le due norme: le NTC sono prescrittive, gli eurocodici sono prestazionali. Una norma chiara e prestazionale è il sogno di tanti Tecnici ma qui in Italia siamo davvero pronti ad una cosa del genere?
In questi casi mi viene sempre in mente una frase del Prof.Ing. Gucci

"L'Italia è un paese a norma."


A presto, Braian.

Altri post che potrebbero interessarti



Nessun commento:

Posta un commento